SANTI VINCENZIANI
 




SAN VINCENZO DE PAOLI,
Fondatore della
Congregazione della Missione,
della Compagnia delle Figlie della Carità
e
del Volontariato Vincenziano

Nato a Pouy, in Guascogna, il 24 Aprile 1581, fu ordinato sacerdote il 23 settembre 1600 a Chateau-l'Evéque. Inizialmente fu parroco a Parigi, in seguito fu cappellano presso la famiglia Gondi. Si consacrò interamente a soccorrere i poveri e a tale scopo fondò la Congregazione della Missione, alla quale affidò il compito di formare il clero: inoltre, con la collaborazione di Santa Luisa de Marillac, fondò la Compagnia delle Figlie della Carità.
Morì a Parigi il 27 settembre 1660.
Fu beatificato il 13 agosto 11729 e canonizzato il 16 giugno 1737: Leone XIII lo proclamò Patrono delle opere di carità che in tutto il mondo cattolico a lui si ispirano.
La sua festa si celebra il 27 Settembre.

Leggi qui un profilo della sua vita.


SANTA LUISA DE MARILLAC

Confondatrice della Compagnia delle Figlie della Carità

Nacque il 12 agosto 1591, andò in sposa ad Antonio Le Gras il 5 febbraio 1613; rimasta vedova il 21 dicembre 1625, fece voto di vedovanza e si scelse come direttore spirituale S. Vincenzo de Paoli. Sotto la sua guida si adoperò moltissimo a soccorrere i poveri e a visitare le confraternite della carità. Il 29 novembre 1633 presiedette alla nascita della Compagnia delle Figlie della Carità.
Morì il 15 marzo 1660. Fu beatificata il 9 maggio 1920 e canonizzata l'11 marzo 1934. Il 10 febbraio 1960 Giovanni XXIII la dichiarò patrona celeste di tutti coloro che sono impegnati nelle opere sociali cristiane.
La sua memoria liturgica ricorre il 15 marzo.
Si può leggere qui un suo più ampio profilo biografico.

Nacque a San Fele in Lucania il 9 ottobre 1800. Entrato nella Congregazione della Missione nel 1818 e ordinato sacerdote a Brindisi il 12 giugno 1824, si applicò intensamente all'apostolato, soprattutto a Napoli, dove nel 1836 infieriva il colera. Designato dalla Sacra Congregazione di Propaganda Fide a fondare la missione in Etiopia, si recò in Africa nel 1839, dove lavorò instancabilmente per vent'anni. Nominato prefetto Apostolico e consacrato vescovo a Massaua il 7 gennaio 1849, superò con fortezza le persecuzioni e si addormentò nel Signore nella valle di Aligadè il 31 luglio 1860. Fu beatificato il 25 giugno 1939 e canonizzato il 26 ottobre 1975.
La sua memoria liturgica ricorre il 30 luglio.
CLV-Edizioni Vincenziane hanno pubblicato gli Scritti del Santo: vol.I-Diario; vol.II-Epistolario.


S.Caterina Labouré, Fdc

Nata a Fains-les-Moutiers il 2 maggio 1806, fu accolta tra le Figlie della Carità il 21 aprile 1830. Ebbe il privilegio di un'apparizione della Vergine Immacolata e di altre grazie soprannaturali. Spese la sua vita a servizio dei poveri nell'umiltà e nel nascondi mento. Morì il 31 dicembre 1876; fu beatificata il 28 maggio 1933 e canonizzata il 27 luglio 1947.
La sua memoria liturgica ricorre il 28 novembre.
Si può leggere qui un suo più ampio profilo biografico. 

Visita qui in modo "virtuale" la Cappella delle apparizioni a Rue du Bac a Parigi.


S. Giovanna Antida Thouret

Fondatrice delle Suore della Carità

Nata a Sancey-le Long il 27 novembre 1765. Nel 1787 entrò nella Compagnia delle Figlie della Carità e vi rimase fino al al 1793, quando la Compagnia fu dispersa dalla rivoluzione francese. Anche durante la persecuzione, non cessò di esercitare la carità nell'assistenza ai poveri e ai malati. Fondò nel 1799 a Besançon la Congregazione delle Suore della Carità sotto la protezione di San Vincenzo de Paoli. Dopo aver fondato varie case in Francia, nel 1810, chiamata dal re, andò a Napoli con alcune suore, iniziando la fondazione anche in Italia. Morì a Napoli il 24 agosto 1826. Fu beatificata da Pio XI il 23 maggio 1926, e canonizzata il 14 gennaio 1934.
La sua memoria liturgica  ricorre il 23 maggio.

Livia (la futura Suor Agostina) nasce il 27 marzo 1864; riceve il battesimo nello stesso giorno. Il 23 marzo 1886 é accolta nella Casa Generalizia delle Suore della Carita' di S.Giovanna Antida Thouret.Il 13 agosto 1887 veste l'abito religioso e viene mandata come infermiera, nell'ospedale " S.Spirito" di Roma nella corsia dei bambini, poi in quella dei tubercolotici. Il 20 settembre 1893 fa la professione religiosa. Con il 4° voto s'impegna al servizio dei poveri. Nel 1894 contrae la tubercolosi, ma dopo breve riposo, chiede di restare nella stessa corsia di quegli ammalati. Il 13 novembre 1894 la sua vita viene stroncata dalla mano armata di un ammalato da lei assistito.
Il 12 novembre 1972 é proclamata "Beata" dal Papa Paolo VI e canonizzata da Giovanni Paolo II il 18 aprile 1999.

Nata a New York il 28 agosto 1774 e fu educata nella Chiesa Episcopale. Sposata a Guglielmo Seton, ebbe da lui cinque figli, rimasta vedova il 27 dicembre 1803, giunse alla fede della Chiesa Cattolica dopo aver superato numerose difficoltà provenienti da amici e familiari. Si consacrò a un'intensa vita spirituale, curando allo stesso tempo l'educazione dei figli. Poté assecondare il desiderio di dedicarsi alle opere di carità e di educazione fondando, nella diocesi di Baltimora, l'Istituto delle Suore di Carità sotto il titolo di S. Giuseppe, per l'educazione delle fanciulle. Morì ad Emmitsburg il 4 gennaio 1821. Fu beatificata il 17 marzo 1963 e canonizzata il 14 dicembre 1975.
La sua memoria liturgica ricorre il 4 gennaio.
Si può leggere qui un articolato profilo biografico.

Nato a Montgesty il 5 gennaio 1802, fu ordinato sacerdote il 23 settembre 1826. Fu preposto alla direzione del seminario interno della Congregazione, ma desiderando ardentemente di darsi alle missioni estere volle recarsi in Cina e il 29 agosto 1832 giunse a Macao. Esercitò l'apostolato tra i cristiani nonostante i pericoli della persecuzione. Tradito da un discepolo, fu torturato a lungo e subì il martirio a Outchanfou l'11 settembre 1840. Fu beatificato il 10 novembre 1889 e canonizzato il 2 giugno 1996.
La sua memoria liturgica ricorre l'11 settembre.

Rimandiamo ad un più articolato profilo in lingua inglese o nella nostra traduzione in italiano.


San Francesco-Régis Clet
sacerdote e martire

Nato a Grenoble il 19 agosto 1748, fu ordinato sacerdote a Lione il 27 marzo 1773. Insegnò teologia al seminario di Anneçy e fu direttore del Seminario Interno alla Casa Madre della Congregazione. In piena rivoluzione francese chiese di partire per le missioni estere; sbarcato a Macao, lavorò per trent'anni nelle missioni cinesi. Fu martirizzato presso Outchangfou il 18 febbraio 1820 e venne beatificato il 27 maggio 1900. La sua memoria liturgica si celebra il 18 febbraio.
Canonizzato il 1° Ottobre 2000 insieme ad altri 119 Martiri in Cina.
Rimandiamo ad un più articolato profilo in lingua inglese o nella nostra traduzione in italiano.



 


BEATI VINCENZIANI


 

BEATI P. VICENTE QUERALT LLORET
E 20 COMPAGNI


P. Queralt (1894-1936), nacque e visse a Barcellona. Grande oratore, musicista e poeta, si dedicò alla predicazione, alle missioni popolari e all'apostolato tra i giovani.
Durante la persecuzione contro la Chiesa cattolica del 1936 in Spagna, fu scoperto, processato e ucciso a Barcellona il 30 Novembre del 1936.

Sorte simile ebbero i 20 compagni spagnoli (confratelli sacerdoti, Figlie della Carità, Laici membri della Famiglia Vincenziana) a lui uniti anche nel Processo di Canonizzazione aperto nella Diocesi di Valencia il 4 Marzo 2004 e concluso nel 2005.

P.Quralt LLoret e i 20 compagni sono stati Beatificati come martiri sabato 11 novembre 2017 a Madrid (Palacio de Vista Alegre).
La Beatificazione è coincisa con il 400mo anniversario del carisma vincenziano (1617-2017).

Rimandiamo ad un più particolareggiato profilio dei martiri in lingua spagnola o nella nostra traduzione in italiano.

 

P. Vicente
Queralt Lloret cm

P. Agapito
Alcalde Garrido cm

P. Luis
Berenguer Moratonas cm
P. Manuel
Binimelis Cabré cm
P. Juan
Puig Serra cm
P. Rafael
Vinagre Torres-Munoz cm
sr. Toribia
Marticorena Sola FdC
sr. Dorinda
Sotelo Rodriguez Fdc
Modesto Allepuz Vera
José Ardil Lázaro
Francisco García Balanza

Cayetano García Martínez

Enrique Pedro Gonzálbez Andreu
Isidro Juan Martínez

Pedro Gambín Pérez

Francisco Roselló Hernández
José Sánchez Medina
Rafael Lluch Garin
P. Pedro Josè Rodrìguez Cabrera
P. Josè Acosta Alemàn
P. Juan J. Martínez
Romero

 

 

 

BEATI P. JOSÉ MARÍA FERNÁNDEZ SANCHEZ
e 38 COMPAGNI

 

Questo gruppo di martiri della Famiglia vincenziana in Spagna è costituito da 33 membri della Congregazione della Missione (17 Sacerdoti e 16 Fratelli Coadiutori) il cui processo iniziò nel 1960. A questi 33 religiosi sono stati aggiunti 6 secolari, Caballeros de la Medalla Milagrosa, primizia di un laicato militante che alimentò la sua fede con la protezione della Vergine nella Cattedrale di Madrid, formandosi alla scuola di S. Vincenzo de Paoli. Tutti furono vittima della feroce persecuzione religiosa che a metà degli anni '30 pretendeva di eliminare la Chiesa di Spagna. Il loro martirio è una pagina bellissima ed esemplare della Storia della Chiesa e della Famiglia Vincenziana.
P.SANCHEZ e i 38 compagni sono stati Beatificati come martiri sabato 11 novembre 2017 a Madrid (Palacio de Vista Alegre).
La Beatificazione è coincisa con il 400mo anniversario del carisma vincenziano (1617-2017).

Rimandiamo ad un più particolareggiato profilio dei martiri in lingua spagnola o nella nostra traduzione in italiano.

 

P. José M. Fernandez Sanchez
P. Manuel Requejo Peréz
P. Maurilio Tobar Gonzàlez
P. José Santos Ortega
FR. Roque Catalàn Domingo
P. Roque Guillèn Garcès
P. Francisci Morquillas Fernàndez
Fr. Cesáreo Elexgaray Otazua
P. Benito Paradela Novoa
Fr. Saturnino Tobar González
Fr. Agustin Nogal Tobar
Fr. Cristóbal Gonzalez Carcedo
P. José Ibañez Mayandía
Fr. Juan Nuñez Orcajo
Fr. Vicente Cecilia Gallardo
Fr. Manuel Trachiner Montañana

Justo Ramon
Piedrafita

P. Eleuterio Castillo Gómez
Fr. Perfecto del Rio Páramo
Fr. Estanislao Paramo Marcos
P. Hilario Barriocanal Quintana
P. Laureano Perez Carrascal
P. Teodoro Gómez Cervero
P. Benjamón Ortega Aranguren
P. Ponciano Nieto Asensio
P. Victoriano Reguero Velasco
P. Pedro Pascual García Martín
Fr. Joaquín Zubillaga Echarri
Fr. Bartolomé Gelabert Pericás
Fr. Pedro Armendáriz Zabaleta
Fr. José García Pérez
P. Benito Quintano Díez
José Garvi Calvente
Miguel Aguado Camarillo
Fr. Gil Belascoain Ilarragorri
 
Per questi 4 Servi di Dio non possediamo, al momento, foto o immagini:

Eduardo Campos Vasallo

Fr. Isidro Alonso Peña
Agustin Fernandez Vasquez
Felipe Basauri Altuve

 

 

Martiri SUOR JOSEFA MARTINEZ PÉREZ
E 12 CONSORELLE F.d.C. MARTIRI - VALENCIA 1936-1939

Sono 13 Martiri Figlie della Carità uccise durante la persecuzione spagnola nel 1936 a Valencia.
IN DATA 13 OTTOBRE 2013 SONO STATE BEATIFICATE A TARRAGONA
Leggi profili biografici nella nostra traduzione in italiano.

JOSEFA MARTÍNEZ PÉREZ
VICTORIA ARREGUI GUINEA
MARÍA LUISA BERMÚDEZ RUIZ
MARTINA VÁZQUEZ GORDO
ROSARIO CIÉRCOLES GASCÓN
 
MICAELA HERNÁN MARTÍNEZ
ESTEFANÍA IRISARRI IRIGARAY
ISIDORA IZQUIERDO GARCÍA
JOSEFA LABORRA GOYENECHE
 
 
MARÍA PILAR NALDA FRANCO
JOAQUINA REY AGUIRRE
CARMEN RODRÍGUEZ BANAZAL
DOLORES BROSETA BONET
 

 

 

 

Martiri SR MELCHORA-ADORACIÓN CORTÉS BUENO
E 14 CONSORELLE F. d. C. PROVINCIA S. Vincenzo - Madrid

SONO STATE BEATIFICATE IL 13 OTTOBRE 2013.
Ricordiamo che il processo si era aperto il 7 Novembre 1960 nella Diocesi di Madrid in occasione delle celebrazioni
dei Tricentenari vincenziani della morte di S.Vincenzo de Paoli e di S. Luisa de Marillac.
Rimandiamo a un più particolareggiato profilo delle 15 Figlie della Carità martiri nella nostra traduzione in italiano.

MELCHORA ADORACIÓN CORTÉS BUENO
MARÍA SEVERINA DÍAZ-PARDO GAUNA
MARÍA DOLORES BARROSO VILLASEÑOR
MARÍA ASUNCION MAYORAL PEÑA
ESTEFANÍA SALDAÑA MAYORAL
CONCEPCIÓN PÉREZ GIRAL
ANDREA CALLE GONZÁLEZ
DOLORES ÚRSULA CARO MARTÍN
MODESTA MORO BRIZ

PILAR ISABEL SÁNCHEZ SUÁREZ
JOSEFA GIRONÉS ARTETA
LORENZA DÍAZ BOLAÑOS
RAMONA CAO FERNÁNDEZ
JUANA PÉREZ ABASCAL
GAUDENCIA BENAVIDES HERRERO

 

Martiri P. FORTUNATO VELASCO TOBAR
e 13 CONFRATELLI C. M. Province di Spagna
SONO STATI BEATIFICATI IL 13 OTTOBRE 2013.
Leggi un loro articolato profilo nella nostra traduzione in italiano

FORTUNATO VELASCO TOBAR
RICARDO ATANES CASTRO
LUIS AGUIRRE BILBAO
ANTONI CARMANIÚ MERCARDER
GREGORIO CERMEÑO BARCELÓ
VICENTE VILUMBRALES FUENTE
IRENEO RODRÍGUEZ GONZÁLEZ
LEONCIO PÉREZ NEBREDA
NARCISO PASCUAL y PASCUAL
TOMÁS PALLARÉS IBÁÑEZ
ANDRÉS AVELINO GUTIÉRREZ MORAL
PELAYO JOSÉ GRANADO PRIETO
SALUSTIANO GONZÁLEZ CRESPO
AMADO GARCÍA SÁNCHEZ

   


BEATA
Sr. MARGHERITA RUTAN, ,FdC

(1736 - 1794)

La Beatificazione della martire Suor Margherita Rutan, Figlia della Carità,
è avvenuta a Dax, il 19 giugno 2011.

Leggi qui un profilo della martire, ghigliottinata in odium fidei a Dax, Francia, il 9 aprile 1794.


BEATA

Sr. MARTA ANNA WIECKA ,FdC

(Nowy Wiec 1874 - Sniatyn 1904)
Sr. Marta Anna Wiecka è stata beatificata il 24 Maggio 2008 a Leopoli (Ucraina):
La cerimonia è stata presieduta dal Card. Tarcisio Bertone, Segretario di Stato, a ciò delegato dal Santo Padre
VAI ALLO SPECIALE SULLA SUA BEATIFICAZIONE

Pubblichiamo qui
un'ampia biografia della Venerabile e il Decreto sull'Eroicità delle virtù, letto a Roma il 20.12.2004

 


Beata
Sr.GIUSEPPINA NICÒLI Fdc
( 1863-1924)


 

Con grande gioia annunciamo che Sr. Giuseppina Nicoli FdC è stata beatificata il 3 Febbraio 2008 a Cagliari: la cerimonia è stata presieduta dal Card. José Saraiva Martins, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, a ciò delegato dal Santo Padre. Vai allo Speciale sulla sua Beatificazione.

Per le notizie sulla sua edificante vita, rimandiamo al nostro Estratto della Biografia Documentata pubblicata nella Positio super Virtutibus e alle pagine a Lei dedicate nel sito delle Figlie della Carità.

BEATA
Sr. LINDALVA JUSTO DE OLIVEIRA FdC
(1953-1993)
Il 2 dicembre 2007 è stata beatificata questa giovane Figlia della Carità, che ha servito con grande dedizione i poveri ed ha meritato, il venerdì Santo del 1993, la palma del martirio per la difesa della sua verginità,unendo il sacrificio della sua vita a quello del primo Martire Cristo Signore. Il Santo Padre, in data 16 dicembre 2006, aveva autorizzato la promulgazione del Decreto che la dichiara Martire. La cerimonia è stata presieduta dal Card. José Saraiva Martins, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi, a ciò delegato dal Santo Padre.
VAI allo "SPECIALE" sulla Beatificazione di Sr. Lindalva
Poichè il giorno della sua morte (9 aprile) cade in Periodo Pasquale, la memoria liturgica è stata fissata al 7 gennaio (giorno del suo battesimo)
E' importante rilevare che si tratta della prima donna brasiliana, appartenente a un ordine religioso, beatificata. (Trattandosi di una martire, non è stato necessario, per la Beatificazione, il miracolo). Pubblichiamo qui un suo Profilo Biografico e rimandiamo anche alla pagina a lei dedicata nel sito delle FdC di Torino.


Beate
Maria Anna Vaillot e
Odilia Baumgarten
vergini e martiri

Figlie della Carità dell'ospedale di S. Giovanni di Angers, furono uccise durante la rivoluzione francese, il 1 febbraio 1794, insieme a molti altri martiri. Maria Anna Vaillot era nata a Fontainebleau il 13 maggio 1736 ed era entrata nella Compagnia delle Figlie della Carità il 25 settembre 1761.
Odilia Baumgarten  era nata a Gondrexange in Lorena il 15 novembre 1750, ed era entrata nella Compagnia delle Figlie della Carità il 4 agosto 1775. Sono state beatificate da Giovanni Paolo II, insieme ad altri 97 martiri, il 19 febbraio 1984.
Leggi qui un più esteso racconto del loro martirio.
Sono raffigurate in un medaglione nella Cappella della Madonna della Medaglia Miracolosa a Parigi.


Beate Maria-Maddalena Fontaine
e Consorelle
vergini e martiri

Sono le Figlie della Carità che appartenevano alla casa di Arras e note come martiri di Cambrai, in quanto al tempo della rivoluzione francese coronarono con il martirio in questa città, il 26 giugno 1794, il loro servizio dei poveri. Esse sono:

Maria Maddalena Fontaine, nata il 22 aprile 1723 a Entrepagny ed entrata tra le Figlie della Carità il 9 luglio 1748;

Maria Teresa Lanel, nata il 24 agosto 1745 nella cittadina di Eu e accolta nella Famiglia Vincenziana il 10 aprile 1764;

Teresa Maddalena Fantou, nata il 29 luglio 1747 a Miniac-Morvan ed entrata nel seminario delle Figlie della Carità a Parigi il 28 novembre 1771;

Giovanna Gerard, nata a Cumièrs il 23 ottobre 1752 ed entrata tra le Figlie della Carità il 17 Settembre 1776.

Furono beatificate tutte insieme il 13 giugno 1920.
La loro memoria liturgica si celebra il 26 giugno.

Leggi qui un più esteso racconto del loro martirio.

Sono raffigurate in un medaglione nella Cappella della Madonna della Medaglia Miracolosa a Parigi.


 Beato Ghebre Michael
sacerdote e martire
Nato in un villaggio del Goggiam, in Etiopia, e dotato di acuta intelligenza, si adoperò nella ricerca della verità e la trovò in tutta la sua pienezza con l'aiuto di S. Giustino de Jacobis, il quale lo accolse nella comunione della Chiesa Cattolica. Perseguitato, resistette con fede salda e dallo stesso De Jacobis fu ordinato sacerdote il 1° gennaio 1851. Soggetto a nuove persecuzioni, morì il 13 luglio 1855, a circa settant'anni di età.
Fu beatificato il 3 ottobre 1926.

La sua memoria liturgica si celebra il 30 agosto.

Leggi qui un suo più articolato profilo biografico.
Si tratta di nostri 5 confratelli beatificati in quanto martiri nel periodo della Rivoluzione Francese (leggi qui un loro profilo in spagnolo o nella nostra traduzione in italiano).
I primi quattro furono beatificati in S. Pietro, il 17 ottobre 1926, nel gruppo dei 191 Martiri (Ioannes Maria du Lau d'Alleman e Compagni) della Rivoluzione Francese (dei 191 Martiri suddetti, 72 furono uccisi il 3 settembre 1792 nel Seminario di S. Firmino, a Parigi, affidato ai Missionari di S. Vincenzo). Essi sono:

Luigi Giuseppe François nato a Busigny il 3 febbraio 1751; ordinato sacerdote nel 1773, svolse un'intensa attività parrocchiale; fu ucciso nel seminario parigino di S. Firmino, di cui era Superiore, insieme agli altri confratelli:

Gian-Enrico Gruyer, nato a Dole, il 13 giugno 1734; ordinato sacerdote a St. Cloud e incaricato principalmente della formazione dei seminaristi.

Jean-Charles Caron, nato il 30 Settembre 1730 ad Auchel, Pas-de-Calais (Francia).

Nicolas Colin ,nato il 12 Dicembre 1730 a Grenant, Haute-Marne (Francia).
Caron e Colin non erano stati inseriti nel calendario liturgico vincenziano perché in un primo momento furono ritenuti preti Diocesani; la correzione è stata fatta in occasione della nuova edizione del Martirologio del 2004 (
CLICCA QUI PER APPROFONDIRE)
La loro memoria liturgica viene celebrata il 2 febbraio, dove è inserito anche:

Pier-Renato Rogue, che fu invece beatificato il 10 maggio 1934. Nato a Vannes l'11 giugno 1758; fu ghigliottinato nella sua stessa città il 3 marzo 1796. Era stato ordinato sacerdote il 21 settembre 1782; impegnato nell'insegnamento in seminario e nel ministero parrocchiale, nonostante i pericoli della rivoluzione. Leggi qui un più articolato profilo di P. Rogue in spagnolo o nella nostra traduzione in italiano.
Beati Louis-Joseph François
e Compagni Martiri
(Jean Henri Gruyer, Jean Charles Caron,
Nicolas Colin, Pierre René Rogue).

Beato
Antonio Federico Ozanam
Nacque a Milano il 23 aprile 1813; ma ha trascorso quasi tutta la vita in Francia. Fu tra i fondatori delle
Conferenze di San Vincenzo de Paoli per l'assistenza ai poveri e si impegnò grandemente nella loro diffusione. Ne fu anche vicepresidente. Professore all' Università della Sorbona a Parigi si distinse per scienza e attraverso la cultura sostenne e comunicò la verità della fede. Sposato, fu un ottimo padre e fece della famiglia una piccola Chiesa. Visse in profondo contatto con Dio e fu d'esempio nella pratica delle virtù cristiane. Morì a Marsiglia, dopo lunga malattia l'8 settembre 1853. Fu beatificato a Parigi il 22 agosto 1997.

La sua memoria liturgica ricorre il 9 settembre.

Rimandiamo qui ad un suo profilo biografico.

Beato Marco Antonio Durando, CM
fondatore delle Suore Nazarene
Nacque a Mondovì il 22 maggio 1801; entrò nella Congregazione della Missione nel 1818 e fu ordinato sacerdote. Si distinse per zelo equilibrato e instancabile, specialmente nella predicazione delle Missioni al popolo, e per la prudenza ed esperienza nella guida spirituale del clero e dei laici. Favorì lo sviluppo delle Figlie della Carità in Italia e nel 1865 fondò le Figlie della Passione di Gesù Nazareno chiamate poi semplicemente "Suore Nazarene". A loro diede come carisma la devozione alla Passione di Gesù e come fine l'assistenza domiciliare, diurna e notturna, dei malati e della gioventù abbandonata. Morì a Torino il 10 dicembre 1880. Fu beatificato da Sua Santità Giovanni Paolo II il 20 ottobre 2002.
La sua memoria liturgica ricorre il 10 dicembre.
Leggi : Il Decreto sull'Eroicità delle Virtù - Il Decreto sul Miracolo - Il Profilo Biografico.
Suor Rosalia (Jeanne-Marie) Rendu è nata il 9 settembre 1786 nel villaggio di Confort nel dipartimento dell'Ain, in Francia. Fin da bambina fu educata all' esercizio della carità, quindi l' attrattiva per il servizio dei poveri divenne in lei come naturale. A quindici anni ottenne di fare una esperienza con le Figlie della Carità nel vicino ospedale di Gex: fu l'inizio della sua vocazione. Il 25 maggio 1802 fu accolta per il noviziato nella casa madre delle Figlie della Carità a Parigi. Ammalatasi, fu destinata ad un casa del quartiere Mouffetard, quartiere molto povero, a Parigi, dove rimase per 53 anni, fino alla morte. Si dedicò alle opere della Comunità e ne fondò di nuove. Si impegnò in modo particolare nella visita dei poveri a domicilio. Fu elemento di pacificazione. La casa delle Suore divenne il rifugio dei più poveri del quartiere. Ma suor Rosalia fu anche guida di molti, spesso nobili, all'esercizio della carità . Va ricordato l'orientamento e l'aiuto dato al gruppo di giovani universitari, tra cui il B. Federico Ozanam e il Venerabile Leon Le Prevost, che diedero inizio alle"Conferenze di san Vincenzo de Paoli" . Suor Rosalia morì il 7 febbraio 1856, dopo aver passato nella sofferenza e nella cecità gli ultimi anni di vita. Fu beatificata il 9 novembre 2003.
La sua memoria liturgica ricorre il 7 febbraio.
Leggi qui un suo più articolato profilo biografico

Beata NEMESIA VALLE
Suora della Carità
Suor Nemesia Valle è la seconda Suora della Carità di Santa Giovanna Antida Thouret, proclamata beata dalla Chiesa, dopo la Fondatrice. Conoscendola, ci si accorge di incontrare una persona singolare per la sua carica di bontà e per la sua carità, espresse in modo incommensurabile. La sua vita di educatrice e di formatrice, si svolge all'insegna della benevolenza e dell'altruismo in una quotidianità normale, che non si assoggetta alle tentazioni dell'egoismo, del possesso, del prestigio personale.
E'stata proclamata Beata, a Roma, in Piazza San Pietro il 25 aprile 2004. La sua festa liturgica cade il 26 giugno di ogni anno, giorno del suo Battesimo.
Leggi qui un breve profilo biografico
   

 

 


VENERABILI

 

 

Venerabile Mons.
ANTONIO FERREIRA VIÇOSO, C.M.
(1787-1875)


 

 

Vescovo (Portoghese) di Mariana, in Brasile, (1787-1875). Pastore buono e zelante, spese la sua vita per la formazione del Clero e in un periodo in cui le autorità civili non volevano riconoscere l’autonomia della Chiesa difese i diritti della Chiesa.

L'8 luglio 2014 il Santo Padre ha autorizzato la promulgazione del Decreto sull'eroicità delle virtù.
Per la Beatificazione attendiamo l'approvazione di un miracolo (presentato alla Congregazione dei Santi nel 2010).

Leggi qui un profilo biografico del Venerabile.

Venerabile Mons.
GIOVANNI FRANCESCO GNIDOVEC

(1873-1939)

Vescovo di Skopje nell'ex-Jugoslavia. Uomo e vescovo di grandi virtù, seppe essere padre di tutti credenti pur appartenenti a diverse denominazioni religiose. Consumò la sua vita nel servizio della chiesa.
Leggi qui un suo profilo biografico.

Il 27 marzo 2010 il Santo Padre ha autorizzato la promulgazione del Decreto sulle virtù eroiche di Giovanni Francesco GNIDOVEC (Slovenia), d’ora in poi chiamato Venerabile. In vista della Beatificazione, avremo presto l’esame del miracolo avvenuto per sua intercessione nel 1980 e già presentato alla Congregazione dei Santi nel 2006.


Venerabile
P. SALVATORE MICALIZZI CM
(1856-1937)
La Beatificazione di P. Salvatore Micalizzi si avvicina, perché il 16 dicembre 2006 il Santo Padre ha autorizzato la promulgazione del Decreto sull'eroicità delle sue virtù; per cui d'ora in poi viene chiamato "Venerabile".
Per la Beatificazione aspettiamo l'approvazione di un miracolo avvenuto a Napoli nel 1998, e presentato alla Congregazione dei Santi nel 2000.
Rimandiamo al Profilo Biografico per le notizie sulla sua edificante vita tutta spesa alla realizzazione del motto vincenziano "Evangelizare pauperibus misit me"...

Venerabile
Jean-Léon Le Prevost 
(1803 1874)
Jean Léon Le Prevost, tra i primi membri delle Conferenze di San Vincenzo de Paoli, nel clima di fervore caritativo animato da Suor Rosalie Rendu, fu anche il fondatore di un Istituto di Vita Religiosa: l ’originaria denominazione Fratelli di San Vincenzo de Paoli divenne in seguito Religiosi di San Vincenzo de Paoli. La Comunità ha mantenuto uno strettissimo legame con la spiritualità vincenziana che i primi membri avevano respirato subito nelle prime esperienze di servizio al povero quando si erano inseriti nelle Conferenze di Parigi e di Angers. Ancora oggi la Congregazione si sente parte della Famiglia Vincenziana e partecipa alle iniziative che la Comunità dei Vincenziani propone.
Le Prevost fu riconosciuto eroico nelle virtù il 21 dicembre 1998 e, secondo la tradizione ecclesiastica, è onorato con il titolo di Venerabile. Ne pubblichiamo qui una breve scheda biografica.